Cos’è

Commenti: 0

Spieghiamo meglio cos’è la firma digitale. Si appone sui documenti digitali ed è l’equivalente della firma autografa per i documenti cartacei. Se si desidera, ad esempio, firmare un file di scrittura, un foglio elettronico o un’immagine, a patto che siano in uno dei formati autorizzati, è possibile apporre la firma digitale.

Firmando in digitale un documento, si garantisce:cos'è la firma digitale

  • l’autenticità: il documento è originale;
  • la paternità: l’identità di chi ha firmato il documento;
  • l’integrità: il documento non è stato modificato dopo essere stato firmato digitalmente.

Per utilizzare la firma digitale, è necessario acquistare un dispositivo (ad esempio una Business Key) che contenga i certificati digitali di sottoscrizione e autenticazione e un software per apporre la firma.
Il software, il Dike, è uno strumento estremamente semplice da utilizzare che permette di scegliere il file da firmare per inviarlo successivamente al destinatario mediante posta elettronica.

Tecnicamente parlando, il dispositivo acquistato permette di generare una chiave crittografica “privata”, univoca e segreta, con la quale è possibile apporre la firma digitale; tale firma potrà essere successivamente verificata mediante una chiave “pubblica” correlata, che viene resa disponibile in rete da un Ente Certificatore.

Il sistema della firma digitale è gestito, mediante un’infrastruttura tecnologica (PKI, Public Key Infrastructure), da un Ente Certificatore, iscritto nell’elenco dell’AgID (Agenzia per l’Italia Digitale). Nel nostro caso tale ente è InfoCert, che garantisce i propri prodotti, utilizzati in tutta Italia da privati, PMI e Pubblica Amministrazione.